LA NUTELLA FA’ MALE …

 

NUTELLA (spalma… spalma… cosa c’è sotto?) – vedi: Consigli per la casa + Multinazionali
Ingredienti: Zucchero, oli vegetali, nocciole (13%), cacao magro, lattosio, latte scremato in polvere (5%), proteine del latte, emulsionante: lecitina (di soia), aromi. Non viene fornita nessuna certificazione che escluda l’utilizzo di ingredienti transgenici.
Come tutti i prodotti a base di cioccolato, infiammano l’intestino.
Proprietà
Nutella è un marchio prodotto da Ferrero spa, Piazzale Ferrero,1 – 12051 Alba CN
La multinazionale di origine italiana è il quarto colosso mondiale nel settore dolciario a base di cacao (dopo Nestlè, Mars e Philiph Morris).
La proprietà del gruppo è della famiglia Ferrero che opera attraverso una finanziaria (Intercandy N.V.) con sede nelle Antille Olandesi. (fonte: Agrodata)
Fatturato: 8.500 miliardi. Impiegati: 12.000 persone (nei 15 stabilimenti sparsi in 29 paesi)

Altre marche o prodotti
Nutella, Cacao Ferrero, Ferrero Rocher, Kinder, Mon Cheri, Pocket Coffee, Raffaello, Brioss, Duplo, Fiesta, Kinder Brioss, Pinguì, Estathè, Cristallina.
Ulteriori informazioni
– Non si hanno notizie sulle condizioni di lavoro degli operai negli stabilimenti (di proprietà Ferrero) in Ecuador e Porto Rico.
– Ferrero appalta in Cina a ditte locali la produzione delle sorprese per gli ovetti Kinder senza richiedere controlli sulle condizioni di lavoro, che a detta di alcune testimonianze, sono drammatiche. (fonte: Nuova guida al consumo critico)
– Ferrero compra il cacao attraverso canali commerciali che non garantiscono guadagni dignitosi a braccianti e contadini.

PRITT
Colla in stick, senza solventi.
Proprietà
Il marchio “Pritt” è di proprietà di Henkel, un gruppo chimico tedesco classificato al 372 posto della graduatoria mondiale. La società, controllata dalla famiglia Henkel, è attiva nel settore della chimica, degli adesivi industriali e domestici, dei detergenti, dei cosmetici, e degli articoli di cancelleria. Dispone inoltre di una divisione specializzata nella lavorazione di oli utilizzati come materia prima nell’industria farmaceutica e cosmetica. (fonte: Nuova Guida al Consumo Critico)
Fatturato: 22.000 miliardi. Impiegati: 56.600 persone

Altre marche o prodotti
Pritt Stick, Attak, Pattex, Bostik, Loctite, Pelikan, Atlas Vernel, Dixan, Perlana, Bref, Antica Erboristeria, Fa, Neutromed, Vidal, Squibb, Sidol, Nelsen, Squibb, Testanera.
Ulteriori informazioni
– Nell’ aprile 1996 Greenpeace ha indicato nella filiale giapponese di Henkel, uno dei maggiori produttori mondiali di ftalati, sostanze cancerogene usate per ammorbidire la plastica dei giocattoli e come ingredienti nelle pellicole alimentari (fonte: Ethical consumer)
– Nel 1992 Henkel ha trasferito alcune linee produttive in Irlanda perchè la legge di questo paese consente emissioni tossiche più elevate che altrove. (fonte: Multinational monitor)
– Nel 1994 Greenpeace ha segnalato che Henkel scaricava prodotti tossici come Cadmio, Mercurio, Arsenico, Cromo, Fenoli, ecc. (fonte: Greenpeace)
– Henkel Chimica è iscritta all’albo dei fornitori del Ministro della Difesa.
– Henkel compare tra le imprese che secondo Naturewatch, utilizzano ingredienti sperimentati sugli animali. (fonte: Compassionate Shopping Guide 2000)

POST IT
Biglietti adesivi riposizionabili.
Proprietà
Il marchio “Post It” è di proprietà di 3M Company, St. Paul Minnesota – USA
Fondata nel 1902 a St. Paul, nel Minnesota, 3M è oggi una società presente attraverso aziende controllate in oltre 60 Paesi in tutto il mondo, con una rete capillare di unità di produzione e di trasformazione oltre che di centri di ricerca e sviluppo. Negli ultimi anni la Corporation ha ulteriormente espanso la propria organizzazione sui mercati internazionali, con particolare riferimento ai Paesi dell’Est e del Medio Oriente, nonchè ai principali Paesi asiatici emergenti. (fonte 3M)
Ha filiali in Brasile, Colombia, Filippine, Messico, Perù, Venezuela.
Ha finanziarie in Irlanda (Dublino), Emirati Arabi, Svizzera.
Fatturato: 30.000 miliardi. Impiegati: 73.000 persone

Altre marche o prodotti
Post It, Scotch Brite, Scotch,
Ulteriori informazioni
– 3M è considerata tra le prime 300 imprese statunitensi che rilasciano sostanze cancerogene (fonte: Ethical Consumer)
– Nel 1994 la divisione per la produzione di mezzi protettivi forniva attrezzature per l’industria nucleare. (fonte: Ethical Consumer)
– Nel 1994 era fornitrice dell’esercito Inglese. (fonte: Nuova Guida al Consumo Critico)
– Nel Dicembre 1995 è stata classificata da Multinational Monitor fra le 10 peggiori imprese a causa del suo prodotto Tambocor, un farmaco cardiologico che ha causato circa 50.000 decessi. Secondo il National Institute of Healt, 3M conosceva gli effetti collaterali del farmaco, ciò nonostante ha condotto una dura campagna di pressione per persuadere la Food and Drug Administration a non ostacolare la commercializzazione del farmaco (fonte: Nuova Guida al Consumo Critico)
– 3M è nella lista delle imprese che utilizzano ingredienti sperimentati su animali (fonte: Naturewatch)

PATATINE PRINGLES (queste sconosciute…)
Pringles è un estruso (sfoglie di patate per la precisione) che, dal momento della sua pubblicizzazione, ha fatto registrare un boom al segmento in volume del 50%. Il dato più rilevante è che questo nuovo prodotto ha dato una spinta agli snack salati nel suo complesso, quantificabile in un aumento del 10% della produzione totale. La novità del pack in cartone tubolare, l’introduzione primaria nel mondo giovanile ed in seguito nella distribuzione moderna e la comunicazione pubblicitaria ne hanno fatto, in poco tempo, un fenomeno di brand-icona.
Proprietà
Pringles è un marchio di proprietà della multinazionale Procter & Gamble, 619 Central Avenue, 45202 Ohio Cincinnati USA
Multinazionale di origine statunitense che opera in più di 140 paesi.
Fatturato: 76.000 miliardi. Impiegati: 110.000 persone

Altre marche o prodotti:
Eukanuba, Infasil, Intervallo, Lines, Tampax, Infasil, Keramine H, Pantene, Oil of Olaz, Az, Infasil, Infasil intimo, Lines Lei, Camay, Topexan, Noxzema, Linidor, Pampers, Bounty, Tempo, Lenor, Ariel, Bolt, Dash, Nelsen, Ace, Baleno, Mastro Lindo, Mister Verde, Spic & Span, Tuono, Viakal, Ace gentile, Pringles. (fonte: Nuova guida al consumo critico)
Ulteriori informazioni
– Dal 1977 negli Stati Uniti utilizza come sostituto dell’olio un prodotto chimico privo di calorie. E’ stato accertato che (nonostante l’autorizzazione della Food & Drug Administration), la sua assunzione può causare spiacevoli effetti collaterali: disturbi gastrointestinali, con crampi ed effetti lassativi, diarrea. (fonte: ethical Consumer)
– La rivista “Earth Island Journal” e la guida “GM Free” informano che le patatine Pringles sono prodotte con ingredienti transgenici
– Procter & Gamble è attualmente oggetto di un boicottaggio su scala mondiale organizzato da “BUAV” e “PETA” a causa delle vivisezioni sugli animali. (fonte: Ethical Consumer)
– Procter & Gamble fa parte dell’associazione americana “Business Round Table” che è nata con il preciso scopo di fare una forte pressione politica per far compiere scelte economiche favorevoli alle grandi imprese. (fonte:Equonomia)
– Procter & Gamble è elencata tra le prime società che finanziano sedicenti associazioni ambientaliste create per difendere tesi favorevoli alle imprese. (fonte: Consumer Currents)
– Procter & Gamble è ritenuta una delle maggiori produttrici di rifiuti del mondo. (fonte: Nuova guida al consumo critico)
– Nel 1996 una fuoriuscita di oli minerali nello stabilimento irlandese di Nenagh ha contaminato molti pozzi circostanti provocando seri problemi alla popolazione locale. (fonte: Ethical Consumer)
Tratto da: promiseland.it

FONTE :  http://www.mednat.org/spalma_incolla.htm

———————————————————-

La nutella non fa bene alla salute. In altre parole non è un alimento che il medico o il dietologo vi consiglierebbero per correggere i vostri errori a tavola e i danni di peso conseguenti. Bella scoperta, viene da dire. Nessuno la consumerebbe per dimagrire o per una dieta. Ma la questione non è così banale se la Ferrero, il colosso di Alba che la produce, ha appena chiuso una class action negli Stati Uniti davanti ai tribunali di Trenton nel New Yersey e San Diego in California, impegnandosi a pagare un totale di 3 milioni di dollari ai consumatori americani che avranno i requisiti per insinuarsi nella causa.

CONTINUA …. http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/04/28/nutella/212039/

“La Nutella non fa bene alla salute”. Ferrero risarcisce i consumatori americani – Il Fatto Quotidia

Tutto nasce dalla denuncia di inizio 2011 da parte di una consumatrice americana, Athena Hohenberg, madre di un bambino di quattro anni rimasta “choccata dal sapere che la nutella non fosse un cibo salutistico e nutriente, ma piuttosto la cosa più vicina a una barretta di cioccolato”, come ha scritto nel ricorso presentato in tribunale. Tutto il contrario dei messaggi pubblicitari veicolati in televisione, pieni di mamme rassicurate e rassicuranti nel preparare una colazione o una merenda “sane” a base di nutella. Il tutto in un Paese dove l’obesità infantile non è certamente da sottovalutare e dove da troppo tempo ormai si fanno i conti con la spesa sanitaria per le malattie legate alla ciccia sovrabbondante.

Dopo un anno abbondante di causa arriva la decisione di Ferrero di chiudere la partita accettando di pagare la somma totale di 3 milioni di dollari, ovvero 4 dollari per ogni barattolo di crema spalmabile acquistato a partire dal gennaio 2008 (o agosto 2009 in California) fino al 2012, per un massimo di 20 dollari a ogni famiglia che possa dimostrarlo.

Poco, si dirà, anche nel totale se si pensa che il marchio nutella varrebbe (non ci sono cifre ufficiali) più di un miliardo di euro di vendite nel mondo, secondo le stime. Il più globale tra i marchi italiani del largo consumo, creato nel 1964, è ancora un grande classico. Ma il profilo più interessante dell’accordo risiede nelle modifiche che la Ferrero si è impegnata a produrre nell’etichetta del prodotto, nelle pubblicità che saranno rinnovate, nel sito internet. In altri termini in tutti gli aspetti promozionali e di marketing.

E in Italia cosa succede? Non molto in verità. Il Sole 24 Ore del 26 aprile riportava la decisione della Ferrero di aggiungere la dicitura “latte scremato” nell’etichetta del prodotto al posto di un bicchiere di latte. Un cambiamento giunto dopo un’esposto del sito Newsfood all’Antitrust del settembre 2011 che evidenziava come il latte utilizzato fosse in polvere, e non l’abbondante cascata che spesso si vedeva in televisione. Per il resto null’altro, con gli spot che sono assolutamente sulla falsariga di quelli oggetto di rivendicazione negli Stati Uniti.

Ma il problema resta e Ferrero ne è consapevole, dato che nel 2010 fece una levata di scudi contro la decisione del Parlamento europeo di vietare i messaggi pubblicitari salutistici per tutti i prodotti che abbiano più di 10 grammi di grassi per cento di prodotto o 4 grammi di zucchero o 2 di sodio. E la crema di Alba cadrebbe ampiamente in questo recinto, grazie al forte contenuto di zuccheri e olio di palma. In quell’occasione l’ex ambasciatore e vicepresidente della holding lussemburghese Ferrero International Francesco Paolo Fulci lanciò un allarme sul futuro della nutella e di tanti altri prodotti simili perché rischierebbero di diventare “fuori legge”, sottolineando che questo modo di procedere metterebbe “in ginocchio l’intera industria dolciaria, e per questo dobbiamo continuare la nostra battaglia di libertà per il consumatore”. Parole apologetiche per un provvedimento di buon senso che si perse poi nei corridoi di Strasburgo, e chissà mai se diventerà prescrizione normativa.

Ma Palazzo Chigi rilancia, col progetto di introdurre una tassa sul junk food come quella già sperimentata in Francia. Le prime due categorie ad essere colpite, se il provvedimento dovesse diventare legge, saranno però i superalcolici e i soft drink, ovvero tutte quelle bevande come le cole, le aranciate e simili. Per gli snack, patatine fritte, merendine e, ovviamente, creme spalmabili, due anni di tempo per dare modo di modificare la formulazione e capire meglio se e come agire. Ma tra un anno questo governo non sarà più in carica, e chissà se questo progetto prenderà corpo.

di Aldo Galeone

Published by: armando spedicato

ARMANDO SPEDICATO NEWS - INFORMATORE LIBERO Questo Blog, ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62 non rappresenta una testata giornalistica, in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Alcune delle immagini qui inserite sono tratte da Internet, citandone la fonte; Nel caso che la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse. Gli argomenti trattati dal blog sono frutto di riflessioni personali, qualora urtassero la suscettibilità di qualcuno siete pregati di segnalarlo. Si ricorda ai lettori, che in caso di commenti atti a contestare o denigrare quanto scrivo nel Blog ed il sottoscritto, risulta obbligatorio indicare nome cognome e città di residenza, corrispondenti alla persona fisica che li scrive, pena l'eliminazione dei commenti stessi in fase di moderazione. Infine si informa che eventuali commenti, non attinenti al tema proposto negli articoli, non saranno pubblicati. .................................................................... Attenzione per chi volesse sostenere ed aiutare nella diffusione puo' fare un versamento su PostePay EVOLUTION n. 5333 1710 3601 5440 ( codice iban it411k0760105138209118109120 ) intestata a spedicato armando cod. fiscale SPDRND67A27H501G ................. Grazie a tutti

Categories FALSITA' NEL MONDO ....NE SIAMO SICURI ???,SALUTE E BENESSERELascia un commento

GRAZIE DEL TUO INTERVENTO ......

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...